“Nuova” Legge Sabatini per l’acquisto dei beni strumentali

Fonte: www.coenergia.com

Come già stato anticipato, nell’ambito del Decreto c.d. “Fare”, è stato previsto, dal Legislatore, la
concessione di un contributo in conto interessi collegato al finanziamento relativo all’acquisizione di beni strumentali.
Per godere di tale agevolazione i soggetti interessati dovranno presentare, a partire dal 31.3.2014, una specifica domanda alla banca finanziatrice.

Guardiamo nello specifico di cosa si tratta.
L’agevolazione denominata “Nuova Sabatini”, consistente nell’erogazione di un contributo in conto esercizio, a parziale copertura degli interessi sul finanziamento contratto per l’acquisto di beni strumentali, finalizzato a favorire la ripresa economica mediante l’ammodernamento ed il rafforzamento degli apparati produttivi delle imprese.

CHI SONO I SOGGETTI BENEFICIARI DELL’AGEVOLAZIONE
In base all’art. 3, comma 1, del citato Decreto attuativo, possono usufruire dell’agevolazione in esame, le piccole e medie imprese (c.d. PMI) operanti in tutti i settori produttivi, compresi quelli della pesca e dell’agricoltura.
QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DEL CONTRIBUTO E DEL FINANZIAMENTO AGEVOLATO
La concessione del contributo è subordinata all’ottenimento di un finanziamento da parte di una banca aderente all’apposita Convenzione stipulata tra il MISE, l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e la Cassa Depositi e Presiti (CDP).

 Leggi tutto

Newsletter

Fotovoltaico e Mobilità elettrica

Fonte: http: www.preventivifotovoltaico.com

Che ben venga la tecnologia, soprattutto quando aiuta l’ambiente riducendo l’emissione di sostanze tossiche. Fotovoltaico e mobilità elettrica sostenibile sono due settori molto interessanti, che favoriscono questo nobile fine.

Pannelli fotovoltaici e auto elettriche, insieme, risultano un mix tecnologico intelligente che può seriamente migliorare la qualità della vita dell’uomo. In che modo? Il processo è molto semplice: grazie a un impianto fotovoltaico è possibile generare energia elettrica pulita, con cui ricaricare i veicoli green.

Il governo italiano, con l’approvazione del Decreto Crescita, ha incentivato lo sviluppo della mobilità sostenibile, legando la costruzione di alcuni immobili a quella delle colonnine elettriche. In pratica, a partire dal 2014 – secondo la norma contenuta nell’articolo 17 bis del decreto – determinati edifici potranno essere costruiti solo se il progetto includerà colonnine di ricarica per le auto elettriche. Leggi tutto

Fotovoltaico ed eolico, i costi di produzione 2030 batteranno il gas

Fonte: www.rinnovabili.it

In Germania le rinnovabili stanno divenendo sempre più accessibili e competitive, per costi, rispetto ai combustibili fossili. Secondo i dati presentati in questi giorni dal Solar Energy Systems ISE dell’Istituto Fraunhofer il costo livellato dell’elettricità (LCOE) tedesco sia da solare fotovoltaico che da eolico onshorescenderà sotto quello di carbone e gas entro il 2030. Lo studio, intitolato “LeveLized cost of eLectricity renewabLe energy technologies, dimostra come l’LCOE per l’energia delle wind farm a terra – attualmente nel range di 0,05 e di 0,11 euro per kWh – sia già scesa al di sotto di quella delle centrali a gas a ciclo combinato. ”Entro il 2030 i costi di produzione da fotovoltaico diminuirà fino a 0,06-0,09 € / kWh. A questo valore, anche piccoli impianti fotovoltaici istallati sui tetti saranno in grado di competere con l’eolico onshore”, ha spiegato il Prof. Eicke R. Weber , direttore del Fraunhofer ISE. Leggi tutto

FOTOVOLTAICO: LA CRESCITA DEL SETTORE NEL 2014

Sono le ricerche di Ihs Research a dirci che le nuove installazioni globali fotovoltaiche nel 2014 cresceranno a ritmo sostenuto, arrivando a raggiungere i 41 GW.

Nel 2014 il nuovo installato fotovoltaico crescerà del 18% rispetto al 2013. Per l’anno in corso, Ihs Research conferma la previsione dei 35 GW di nuovo installato, attestando che rispetto al 2011 i ricavi sono di poco inferiori agli 89 miliardi di euro del 2011.

IL SUCCESSO DEL MINIEOLICO

Fonte: www.greenbiz.it

Il minieolico è in una fase di crescita, grazie all’interesse che suscita in privati, piccoli investitori ed aziende agricole. Un ottimo strumento per fare dell’energia rinnovabile un buon ritorno di investimento.

Purtroppo le banche si dimostrano ancora diffidenti nel finanziare tali iniziative, soprattutto rispetto agli impianti di dimensioni contenute. Le tecnologie utilizzate sono infatti poco conosciute, sotto il profilo del rendimento e delle certificazioni cui sono soggette.

Per scoprirne di più vi consigliamo di leggere questa news!